OGGETTI DEEP SKY VISIBILI AD OCCHIO NUDO

OCCHIO NUDO BINOCOLO TELESCOPIO


DIREZIONEOGGETTOCOSTELLAZIONETIPODESCRIZIONE
EstAltairAquilaSE’ la stella più luminosa della costellazione. Il nome significa “Aquila volante”. Dista 16,8 A.L.
EstDenebCignoSE’ la stella più luminosa della costellazione. E’ una delle più conosciute supergiganti. Dista 3.000 A.L.
EstTriangolo estivoCigno, Lira, AquilaASTIpotetico triancolo, formato dalle luminose stelle: Deneb (Cigno), Vega (Lira), Altair (Aquila)
Sud-EstVegaLiraSE’ la 5° stella più brillante del cielo. 12.000 anni fa, Vega rappresentava il Polo Nord. Di colore bianco-blu. Dista 25,3 A.L.
Sud-EstAntaresScorpioneSSupergigante rossa, molto luminosa (15° per brillantezza). Il nome significa: “Rivale di Marte”. E' 700 volte più grande del Sole. Dista 700 A.L.
Sud-EstStella di BarnardOfiucoSNana rossa. Ha un movimento apparente molto veloce: si sposta di 10,29" all'anno. Vista dall'emistero boreale, è la stella più vicina al Sistema Solare. Dista 6 A.L.
SudBuco della serraturaErcoleASTQuattro stelle, posizionate a quadrilatero formano questa figura geometrica, che ricorda il caratteristico "vaso da fiori" disegnato dai bamabini.
SudRas AlgethiErcoleVDE' la stella più brillante della costellazione.Gigante rossa che si espande e si contrae, combiando di luminosità. Magnitudine varia da: 3,1 a 3,9 ogni 90 gg. Al telescopio si vede una compagna, di colore azzurro-verde, di magnitudine 5,4
SudSpicaVergineSIl nome in latino significa “spiga di grano”, tenuta dalla mano destra della “vergine”. Dista 260 A.L.
OvestCastoreGemelliVDCon Polluce, forma la costellazione dei Gemelli. Sistema multiplo di 6 stelle, di cui 3 visibili al telescopio. A Castore B servono 400 anni per compiere l'orbita intorno a Castore A. Dista 52 A.L.
OvestPolluceGemelliSCon Castore, forma la nota costellazione dei Gemelli. Dista 34 A.L.
OvestFalcettoLeoneASTLe stelle che compongono il profilo del collo e della testa del Leone, formano l'immagine di una falce (o di un punto di domanda rovesciato.).
OvestRegoloLeoneSE’ la più brillante stella della costellazione del Leone, di colore bianca-azzurra. Ha un diametro di circa 5 volte quello del Sole ed una luminosità di 140 volte più forte.Dista 77 A.L.
ZenitCorona Boreale---COSTPiccola, ma dalla forma caratteristica. Costellazione formata da 7 stelle, disposte a ferro di cavallo. Gemma è la stella più luminosa.
ZenitArturoBooteSE’ la stella più brillante della costellazione e la 4° per luminosità di tutto il cielo . E' una gigantesca stella rossa. 25 volte più grossa del Sole e 110 volte più luminosa. Il Sole diventerà come lei fra 5,5 mld di anni. Dista 37 A.L.
ZenitGran CarroOrsa MaggioreASTSette stelle brillanti, formano la nota figura. Può apparire inclinato o capovolto, a seconda della stagione. Visibile tutto l'anno, anche se il periodo migliore per l'osservazione è da Gennaio a Ottobre, quando non è troppo basso sull'orizzonte.
Nord? CepheiCefeoVDE' la prima variabile pulsante (Cefeide) ad essere stata scoperta. Magnitudine varia da: 3,5 a 4,4 ogni 5 gg e 8 ore (sempre visibile ad occhio nudo). In un giorno e mezzo passa dalla minima alla massima magnitudine. Le notti autunnali sono il periodo migliore per seguire queste pulsazioni. Lo studio di questo tipo di stelle permette di determinare con esattezza la distanza di un oggetto celeste. Dista 1.031 A.L.
NordPolareOrsa MinoreSDStella che indica il Polo Nord. Super gigante bianco-gialla. Al telescopio rivela una compagna di magnitudine 8
NordCassiopeaCOSTCostellazione circumpolare dalla tipica disposizione a "W" (in inverno) o a "M" ( in estate). Cassiopea indica la direzione opposta del Centro Galattico.
Nord-OvestCapellaAurigaSStella gigante di colore arancione. Il suo nome significa “il guardiano dell’orsa”. Dista 37 A.L
N-E-SVia Lattea---GMaestosa striscia lattiginosa che attraversa il cielo notturno d'estate. E' un disco, rigonfio al centro. Ha un diametro di 100.000 A.L. ed uno spessore di 10.000 A.L. Si possono contare oltre 200 mld di stelle. Osservare in direzione del Sagittario, si guarda verso il centro della Galassia. Tutte le stelle osservabili ad occhio nudo, in qualsiasi stagione, fanno parte della Via. Lattea. Nella stagione estate-autunno, la Via Lattea attraversa la costellazione del Cigno ed appare divisa in due da una nube di polvere scura, chiamata "la frattura del Cigno". La fenditura prosegue poi attraversando la costellazione dell'Aquila, per arrivare all'Ofiuco.
---Luna------Nei primi giorni è visibile una falce sottilissima. Successivamente, si potrà cercere di cogliere la "librazione lunare": le zone poste al confine della parte illuminata, risultano a volte visibili ed altre volte no. Per visualizzare l'oscillazione della Luna, si cosiglia di fare riferimento al Mare Crisium, che apparirà o sul bordo del satellite, o completamente all'interno. Quando la Luna si trova al Primo Quarto è possibile osservare i mari dal colore scuro e gli altopiani, dal colore chiaro. Con la Luna Piena, ciò che va osservato sono le figure formate dal gioco di chiaroscuro dei mari lunari rispetto alla superficie più chiara delle altre zone del nostro satellite. Con un po' di fantasia, si potranno osservare: un uomo con gli occhiali, un coniglio, un panettiere che informa il pane e la donna della Luna, con il cratere Tycho che potrebbe essere la gemma della collana al collo della donna.


Per maggiori informazioni sugli oggetti visibili nella serata, suggeriamo di visitare le apposite sezioni.

COSTELLAZIONI OGGETTI MESSIER

SIGLE OGGETTIGLOSSARIO
AA = ammasso apertoA.L. (Anno Luce)Distanza percorsa dalla luce in un anno (velocità: 300.000 Km/sec) = oltre 9.460 miliardi di Km
AG = ammasso globulareAmmasso apertoUn gruppo di qualche decina o centinaia di stelle “giovani”
AST = asterismoAmmasso globulareUn gruppo di alcune migliaia di stelle “vecchie”, riconoscibile per la tipica forma a palla
COST = costellazioneAsterismoformazioni di gruppi di stelle all'interno di costellazioni maggiori
G = galassiaCircumpolareStelle o costellazioni che si trovano vicine al Polo Celeste, quindi sono visibili per tutta la notte
ND = nebulosa a diffusioneCongiunzioneAllineamento di 2 corpi celesti, tale da presentare la minima separazione angolare visibile dalla Terra
NP = nebulosa planetariaCostellazioneUn’area definita del cielo, contenente un disegno/motivo fatto dalle stelle
S = stella singolaEclitticaIl percorso del Sole sulla sfera celeste, così come è visto dalla Terra
SD = stella doppiaElongazioneSeparazione angolare di due corpi celesti
V = stella variabileGalassiaUn insieme di diversi miliardi di stelle, tenute insieme dalla gravità
VD = variabile doppiaMagnitudineLa luminosità di un oggetto celeste, così come ci appare nel cielo
Nebulosa a diffusioneUna nuvola di gas illuminata da una stella vicina
Nebulosa planetariaNuvola di Gas espulso da una stella, alla fine della sua vita
OpposizionePosizione di un corpo celeste nel cielo, rispetto al Sole
Stella doppiaDue stelle, che appaiono molto vicine.
Esistono due varietà: “Stella Binaria” = corpi attratti reciprocamente dalla gravità, orbitano l’uno sull’altro.
“Doppia Ottica” = Vicine solo apparentemente, per un effetto di prospettiva, ma in realtà sono molto lontane.
La separazione apparente di stelle è data in <secondi d’arco ( “ )>
Stella variabileStella che cambia luminosità in un determinato periodo di tempo
U. T (Universal Time)Tempo Universale – Sistema di datazione utilizzato in astronomia