POLVERE DI STELLE

Qualche curiosità sull'Universo.

La distribuzione dell'universo di ammassi e superammassi non è uniforme: sono stati individuati ampi volumi di spazio privi di materia visibile; è come se tutte le galassie fossero distribuite lungo la superficie di enormi “bolle” di spazio vuoto, ognuna con un diametro di decine di MPC. Visto a scala globale, l'Universo sembra avere perciò una struttura cellulare o spugnosa.

CATEGORIA: Galassie


Le costellazioni di primavera più evidenti sono: Leone e Vergine.
Quelle d'estate: Cigno, Lira e Aquila, formano con le loro stelle più luminose il “triangolo estivo”. Esse includono la Via Lattea, che in questo periodo è al massimo della sua luminosità e la stella Vega, l'astro più brillante del cielo estivo.
Tra le costellazioni d'autunno si trovano Pegaso, Andromeda e Cassiopea.
Le costellazioni d'inverno si raggruppano attorno ad Orione e sono: Toro, Gemelli e il Cane maggiore, che comprende Sirio, la stella più brillante del cielo.

CATEGORIA: Osservazione, Costellazioni


La temperatura dell'Universo è -235°C. Sulla scala Kelvin, questa temperatura è più comunemente chiamata: "la radiazione di fondo a 3°".

CATEGORIA: Termini astronomici, Leggi fisiche


La temperatura dell'Universo è -235°C. Sulla scala Kelvin, questa temperatura è più comunemente chiamata: "la radiazione di fondo a 3°".

CATEGORIA: Termini astronomici, Leggi fisiche


L'anno luce è una unità di misura della distanza, ed equivale a circa 10.000 miliardi di chilometri. Infatti, in un secondo, la luce percorre 300.000 Km, poco meno della distanza che ci separa dalla Luna. In un minuto 18.000.000 Km (un terzo della distanza fra qui e l'orbita di Marte), in un'ora un miliardo e 80 milioni di Km (circa l'orbita di Giove) e in un giorno circa 26 miliardi di Km, ben al di là dell'orbita di Plutone. Il diametro del Sistema solare è di circa 11 ore-luce.

CATEGORIA: Termini astronomici